Close

Obstructive Sleep Apnea Syndrome (OSAS)

Il russare durante il sonno (roncopatia) e lo svegliarsi per mancanza d’aria (apnea) sono una patologia sempre più diffusa. E’ documentato che il russare è fra le cause di divorzio perché rovina la vita di chi ti sta accanto mentre le apnee notturne rovinano la vita del soggetto stesso che, non potendo dormire, è a più alto rischio di incidenti stradali, malattie cardiovascolari (infarto miocardico, ictus celebrale, aritmie, ipertensione) e di tutte le conseguenze di un sonno di scarsa qualità: facile affaticamento, incapacità di concentrazione, irritabilità.

Mal di testa ricorrente al mattino, tosse, disturbi alla gola come bruciore e senso di ”corpo estraneo” sono sintomi spesso associati a questa patologia.

Si russa quando alcune parti della faringe (gola) vibrano per effetto dell’aria che passa troppo velocemente oppure perché nella gola ci sono strutture troppo voluminose e flaccide. L’apnea ostruttiva si ha quando durante la respirazione le pareti della faringe si avvicinano sino ad impedire il passaggio dell’aria.

Risolvere l’ostruzione e migliorare il flusso dell’ aria durante la respirazione è l’obbiettivo della terapia che – se raggiunto – permette di eliminare la patologia.

Diverse sono le figure professionali in campo medico che possono aiutare il paziente che soffre di OSAS: il neurologo, lo pneumologo, l’otorino laringoiatra, il dentista, il maxillofacciale ed il dietologo sono sicuramente quelle che con una stretta collaborazione interdisciplinare possono eccellere e dare insieme il miglior risultato al paziente.

Una corretta diagnosi e l’esatta localizzazione dell’ostruzione sono determinanti nello stabilire lo specialista più adatto e competente per risolvere quello specifico ostacolo in quel paziente e spesso più figure professionali sono necessarie in quanto l’ostruzione è sovente multifattoriale.

La polisonnografia assieme all’anamnesi permetteranno di fare diagnosi di OSAS. Altri esami strumentali quali l’OPT, la Teleradiografia LL, la RMN, la TAC saranno necessari per determinare la sede e l’importanza dell’ostruzione.

L’otorino, il pneumologo, il dentista, il maxillofacciale, il dietologo, il neurologo – ognuno per la loro competenza – potranno intervenire per assicurare al paziente il miglior risultato possibile. Maggiore sarà la collaborazione fra gli specialisti a livello diagnostico e terapeutico, migliori saranno i risultati e la soddisfazione del paziente e dei medici. L’obiettivo della terapia è aumentare lo spazio respiratorio nel tratto che va dal naso alla laringe.

Norme igieniche quali dieta adeguata, ridurre gli alcolici, i sedativi ed evitare di coricarsi subito dopo il pasto migliorano la respirazione durante il sonno.

Nei pazienti in sovrappeso è importante dimagrire perché in tal modo si riduce l’accumulo di grasso a livello delle pareti delle vie aeree migliorando così il flusso respiratorio.

I presidi delle TERAPIE MEDICHE, oltre alle norme igieniche e la riduzione del sovrappeso, sono la CPAP e l’ORAL DEVICE ed in casi selezionati un trattamento ORTODONTICO.

La CPAP è una pompa che attraverso una maschera nasale ad ogni atto respiratorio fornisce una determinata quantità d’aria sotto pressione. Questa maschera è un aiuto che funziona se gli ostacoli al flusso respiratorio ,che sono la causa della malattia, sono molto piccoli. Il paziente dovrà adattarsi al rumore del dispositivo ed al getto d’aria a livello nasale ed alla pressione della maschera nasale stessa.

L’ORAL DEVICE trova la sua indicazione in pazienti dove l’ostacolo al flusso respiratorio è determinato da una posizione retrusa o verticalizzata della lingua che riduce lo spazio aereo fra la base della lingua e la parete posteriore della faringe. Tipicamente questi pazienti hanno una mandibola piccola e/o retrusa con un morso profondo (deep bite). Sono classificati dal dentista come seconde classi di Angle con morso profondo. L’Oral Device è una placca liscia, costituita da una parte superiore ed una inferiore unite fra di loro da due braccia telescopiche ammortizzate in acciaio e regolabili e permette al paziente di muovere la mandibola. E’ costruita in una posizione protrusiva che determina un aumento dello spazio aereo della faringe eliminando o riducendo così l’ostacolo al passaggio dell’aria determinato dalla posizione retrusa della lingua. E’ comodo per il paziente, è costruito in materiale atossico ed anallergico.

Il TRATTAMENTO ORTODONTICO potrà essere ipotizzato se la posizione dei denti e della mandibola a fine cura è tale da permettere una adeguata ventilazione della faringe. L’ortodonzia spesso è preliminare ad un intervento di chirurgia ortognatica da decidere con il chirurgo maxillofacciale.

La Teleradiografia in LL permette di valutare preventivamente l’efficacia dell’ Oral Device che si andrà a realizzare in quanto permette di misurare lo spazio aereo fra la base della lingua e la parete posteriore della faringe. La terapia medica può essere di supporto al trattamento chirurgico che mira ad eliminare l’ostacolo al flusso respiratorio a livello del naso e della faringe. I trattamenti chirurgici sono di competenza dell’otorino se l’ostruzione è nel naso o nella gola e del chirurgo maxillofacciale se per creare spazio si dovranno spostare i mascellari.

E’ evidente che la collaborazione fra gli specialisti è determinante per raggiungere il risultato desiderato e la soddisfazione del paziente.

Contattaci per maggiori informazioni o per prenotare una visita

Se soffri di roncopatie notturne, il dottor Carlo Casato e il suo staff sono pronti a occuparsi della tua salute con strumenti all’avanguardia e competenze di altissimo livello. La sede dell’ambulatorio è a Verona, in via Leone Pancaldo 76.

Prenota una visita chiamando il numero 045 8101710, inviando un’e-mail all’indirizzo info@carlocasato.it o compilando il form di contatto.

 
*Spunta la casella per accettare la Privacy Policy
 
Print Friendly, PDF & Email